Potenziali evocati uditivi (LOGON, ABR, ERA, ASSR)

 

BSER ( BrainStem Evoked Response)

Onda I: essa è l'espressione dell'attivazione bioelettrica delle fibre nervose dell'VIII nervo cocleare da paerte del sensore cocleare. La latenza dell'onda I coincide infatti nell'espressività temporale con il potenziale d'azione globale registrato a livello del promontorio mediante la metodica elettrococleografica

onda II: è espressione dell'attività neuronale dei nuclei cocleari

onda III: consiste nell'attivazione degli elemeni uditivi del complesso olivare superiore

onda IV: è l'attività bioelettrica del nucleo del lemnisco laterale

onda V: attivazione degli elementi neuronali uditivi del collicolo inferiore

onda N1: Risposta lenta al vertice della corteccia cerebrale (primaria e di associazione)


La latenza dell'onda I coincide con quella dell'N1

Nel campo dell’audiometria obiettiva a risposte elettriche la tecnica BERA(Brainstem Elettric Response Audiometry) basata sullo studio della registrazione dei potenziali uditivi veloci, è possibile identificare cinque onde. Questa tecnica offre il vantaggio di non richiedere nessun procedimento chirurgico e pertanto, di potere essere eseguita da personale non medico: audiometristi, il che ne estende l’applicazione nella pratica ambulatoriale. La tecnica dell’esame dipende dalle informazioni che si vuole ottenere. E’ necessario differenziare lo studio della soglia di individuazione dell’onda V che viene utilizzata soprattutto nel bambino piccolo o non collaborante per la rilevazione della soglia uditiva, dal rilevamento di una patologia retrolabirintica molto spesso eseguita nell’adulto (ricerca del neurinoma dell’acustico, sclerosi a placche, ecc.).

ERA (Evocated Responser Audiometry) questo tipo di audiometria obiettiva è una risposta elettrica corticale ad uno stimolo acustico di tipo “tono puro”.